logo

Studio Legale Associato
Avv.ti Pasquale e Gerardo Consiglio

avvocato

L’assegno divorzile è escluso in caso di famiglia di fatto. 

La conferma è data dall'ordinanza n.1811/2017 della Cassazione Civile – Sez. VI, pubblicata oggi dal Quotidiano del diritto del Sole 24Ore.

La suddetta ordinanza n. 1811/2017 di Cassazione Civile ha confermato le precedenti ordinanze rese negli ultimi due anni.

Tale orientamento, oramai consolidato, risale alla massima pronunciata con sentenza n. 6855/2015 dalla medesima Corte, con cui si è stabilito che in caso di concessione di assegno al coniuge divorziato, quest’ultimo, ove nel frattempo abbia dato vita ad una nuova famiglia di fatto perde il diritto a percepire l'assegno in questione. 

Nella suddetta ordinanza 1811/2017, risalente allo scorso luglio, si precisa che la perdita del relativo diritto è definitiva, e ciò anche se pure la nuova convivenza si sia interrotta. 

Il principio stabilito dalla suprema corte di cassazione, peraltro del tutto intuitivo, è che non si può ripristinare l'assegno divorzile, in quanto la creazione della nuova famiglia, anche in via di mero fatto, è una scelta libera che comporta in chi la compie l'assunzione della consapevolezza dell'eliminazione di qualsiasi residuo vincolo materiale rinveniente dal precedente rapporto come la corresponsione dell’assegno. 

Aggiornato il 28/08/17


manuali
Share by: